Perugia: alla scoperta di chiese, edifici storici e musei.

La città di Perugia è da sempre il centro principale dell’Umbria. Cosa vedere a Peugia? Il centro storico della città, di impronta architettonica medievale ma di impianto urbanistico etrusco, domina dall’alto la valle del Tevere. I suoi vicoli e le sue strade piacevolmente irregolari regalano al visitatore panorami incantevoli.
Percorrendo Corso Vannucci, la via principale di Perugia, che prende il nome da Pietro Vannucci, pittore celebre con l’appellativo “Il Perugino”, è possibile ammirare numerosi monumenti e palazzi storici.

Raggiunta Pizza IV Novembre, cuore pulsante del centro, ci si imbatte nei tre simboli della città di Perugia: la Fontana Maggiore emblema medievale con le sue vasche in marmo e la gradinata circolare; la Cattedrale di San Lorenzo, dalla facciata incompiuta e dagli interni maestosi; e il Palazzo dei Priori, oggi sede del Comune e della Galleria Nazionale dell’Umbria con opere del Perugino, del Pinturicchio, di Piero della Francesca.. Una tappa imperdibile per gli amanti dell’arte. Visitare Perugia significa vivere un’esperienza unica.


LA FONTANA MAGGIORE

La Fontana maggiore.

Cosa vedere a Perugia? Di particolare interesse è sicuramente la Fontana Maggiore, l’emblema del comune medievale e simbolo della città. Considerata la fontana più bella e famosa dell’intero medioevo, fu costruita tra il 1275 e il 1278 da Nicola e Giovanni Pisano. E’ costituita da due vasche circolari di pietra rosa e bianca, sormontate da una vasca di bronzo. Tre ninfe sorreggono un’anfora dalla quale sgorga l’acqua. La vasca inferiore è decorata con bassorilievi raffiguranti i mesi dell’anno e le arti liberali. Nella vasca superiore 24 sculture ritraggono personaggi biblici, santi e figure mitologiche.

PALAZZO DEI PRIORI

Visitare Perugia significa scoprire luoghi pregni di storia e bellezza. Tra questi merita una visita il Palazzo dei Priori. Edificato tra il 1293 e il 1443 è uno degli edifici più imponenti del Medioevo italiano. Oggi è sede del Comune di Perugia e della Galleria Nazionale dell’Umbria. All’interno del palazzo troviamo diverse sale con un notevole valore storico e artistico: la Sala dei Notari, la Sala del Consiglio che custodisce sulla porta un affresco del Pinturicchio e la sala dell’Udienza del Collegio del Cambio, affrescata dal 1498 al 1500 dal Perugino, con aiuti dell’allievo Raffaello.

Particolare della facciata Palazzo dei Priori - Perugia.


GALLERIA NAZIONALE DELL’UMBRIA

Madonna col bambino del Pinturicchio.

Visitare Perugia significa scoprire le pregevoli opere di artisti legati al territorio umbro. La Galleria Nazionale dell’Umbria è il più importante museo cittadino regionale, ricco di opere del periodo tra il XIII e il XIX secolo. L’esposizione si articola in 40 sale in cui spiccano i capolavori di Duccio di Buoninsegna, di Piero della Francesca (Polittico di Sant’Antonio), del Beato Angelico (Polittico di San Domenico), del Pinturicchio (la Pala di Santa Maria dei Fossi) , del Perugino e di Arnolfo di Cambio (la scultura Donna alla Fonte).

ORARI E BIGLIETTI GALLERIA NAZIONALE

CATTEDRALE DI SAN LORENZO

Cosa vedere a Perugia, nel suo bellissimo centro storico? Di particolare interesse è la Cattedrale di San Lorenzo. Edificata nel corso del XV sec. in sostituzione di una preesistente cattedrale romanica, sorge in un’area considerata sacra fin dall’era arcaica. All’interno del Duomo, nella cappella di San Giuseppe, è custodito il Santo Anello, considerato tra i capolavori dell’arte orafa del Rinascimento. Secondo la leggenda la reliquia sarebbe l’Anello nuziale della Vergine Maria. Nel chiostro della cattedrale è possibile visitare il Museo Capitolare. Da qui inizia il percorso archeologico che conduce ai resti etruschi e romani che si snodano nei sotterranei.

Particolare della facciata del Duomo - Perugia.


BASILICA DI SAN PIETRO

Particolare del soffitto - S. Pietro Perugia.

Perugia, cosa vedere nei dintorni? Al di fuori dalle antiche mura sorge la Abbazia di San Pietro che domina tutta la vallata e regala un panorama tra i più belli della città. Il complesso benedettino fu fondato nel 966 dal monaco Pietro Vincioli sul monte Caprario. L’ingresso alla chiesa è caratterizzato da un ricco portale cinquecentesco in marmo bianco, l’interno, presenta una straordinaria fusione tra architettura medievale e intervento decorativo tardomanieristico. La Basilica ospita la più grande collezione di opere d’arte di Perugia, dopo la Galleria Nazionale dell’Umbria. Curiosità: sulla porta d’ingresso di San Pietro c’è una tela di quasi 90 mq dipinta nel 1592 da Antonio Vassilacchi – l’ “Apoteosi dell’Ordine dei Benedettini” che raffigura Santi, Papi, Cardinali, Vescovi, Abati vicini a San Benedetto da Norcia. Osservando a distanza il quadro le figure dei religiosi si mutano in due enormi fessure: gli occhi di una bestia immonda che sembrano sfidare il visitatore.

ORARI E BIGLIETTI SAN PIETRO

ROCCA PAOLINA

Visitare Perugia significa imbattersi in una delle attrazioni più suggestive della città: La Rocca Paolina. Una monumentale fortezza, la prima ad essere stata costruita nella città di Perugia, il cui interno è formato da sale, piccole strade e piazze dove rivive ancora oggi l’atmosfera della Perugia medievale. Voluta da Papa Paolo III e realizzata dall’architetto Antonio da Sangallo simboleggiava la potenza del Papato. La Rocca, elevata su cinque livelli, era composta da due fortificazioni: una maggiore, sul colle Landone, ed una minore in pianura, detta “Tenaglia”, collegata alla prima tramite tre camminamenti fortificati. Attualmente, attraverso un percorso di scale mobili, si può ripercorrere l’itinerario delle antiche vie medievali. In questo scenario davvero suggestivo, una specie di città nella città, ci sono negozi, boutique, bookshoop e si organizzano spesso manifestazioni culturali.

Perugia sotterranea.

Cerchi offerte per dormire a Perugia?

Soggiorna nei migliori agriturismi di Perugia e dintorni.

TROVA AGRITURISMI A Perugia